Uomini che odiano le donne (Niels Arden Oplev)

Uomini che odiano le donne parla di uomini che odiano le donne. È l’intreccio di tre storie. Quella che si capisce subito riguarda un giornalista svedese (perché il film è svedese: girato in Svezia, con tanti attori svedesi, ma con tanto stile americano… flashante…) che viene incastrato con una bufala e costretto a risarcire il multimiliardario guerrafondaio che voleva incastrare lui, e spedito in carcere. Durante gli ultimi mesi di libertà sarà ingaggiato da un altro multimiliardario, per trovare l’assassino di sua nipote scomparsa, che lui crede morta, considerato che la sua cosiddetta famiglia (dove ritiene si sia insinuato il gene omicida) è un’accozzaglia di avidi doppiogiochisti disposti a tutto per soldi.

Questa è la seconda storia. Contrariamente a quanto faccio di solito vi svelerò subito che la nipote non è morta, ma è scappata perché violentata costantemente da padre e fratello, capostipite l’uno e seguace l’altro, di una tradizione di killer seriali che vanta al suo attivo decine di omicidi, perpetrati per lo più ai danni di immigrate e prostitute, gente di cui nessuno (ma va?) denuncerà mai la scomparsa. Perchè non credo valga la pena di guardarlo.

A tutto questo, attraverso una trama decentemente congegnata ed una sceneggiatura che ha momenti di cedimento solo quando non può più farne a meno, il protagonista giungerà grazie ad una amica-fan-amante che nella vita fa la hacker, poco conta come li abbiano fatti incontrare.

È lei, la terza storia. Una storia che nessuna donna vorrebbe più sentire, ma che purtroppo ritorna, e mai come in questo film, nel più squallido dei modi.

Non capisco perché ogni volta che un uomo parla di violenza sulle donne, deve ordire tessiture agghiaccianti che portano, in questo personaggio in particolare, a definire un’essere umana come una specie di virus che infetta tutto ciò che tocca, perseguitata (sarà pure per esigenze di copione) da ogni forma di vita che incontra, violentata a sangue dal suo tutore (lei da piccola ha dato fuoco al padrigno che, manco a dirlo, in casa era violento, e viene dichiarata incapace legale) che dal loro primo incontro in poi, le fa subito capire che solo per farsi salutare e conoscere chiede una fellatio (come quando entri nello studio di un avvocato e solo per dirgli buongiorno devi dargli duecento euro), tutto al fine di giustificare, in qualche modo, la violenza con cui lei stessa ripaga il suo mondo ingrato. Sola, abbandonata a se stessa e vituperata in ogni dove, questa donna non potrà fare altro (sempre per esigenze di copione…) che rifiutare l’unico amore che le viene offerto, non si sa se per pietà o altro, dal protagonista maschile (la scena in cui le dice “cosa ti hanno fatto, per farti diventare così…?” è una goccia di tenerezza indimenticabile in un mare di boiate…) per poi finire a ricattare il multimiliardario che lo ha mandato in galera e diventare  così ricca, stronza e ancora più sola.

La verità è che non è così semplice spiegare certe cose. Io mi ero voluta illudere che si sarebbe cercato di raccontare il perché certi uomini odiano le donne, e non solo banalmente il come. Questo, nel mio piccolo, l’ho imparato da sola. E non certo al cinema.

Sono un’ingenua, lo so. Ma generalmente mi tengo a distanza da questi film, solo che ho un fidanzato che ci tiene, a farsi del male con questi film del cavolo, e gli ho dovuto fare compagnia.

Ad ogni modo, e siete un uomo e volete un’opinione maschile, leggete la recensione di Zio JD (ma non aspettatevi molto di più…). Se siete donne, non guardate questo film. Farete un favore a voi stesse.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: