Prima che faccia male

Una volta nella vita si deve assolutamente cantare “Bello e impossibile” insieme a Gianna Nannini, ed io posso dire di averlo fatto. Il tormentone più blasonato d’Italia ha tutto un altro significato, quando lo urli come un’ossessa dietro la sua voce ad un suo concerto.

Vorrei innanzitutto ringraziarla, se evidentemente sta guadagnando davvero molto poco da questo “Solo i sogni sono veri – Tour 2009”, pur continuando a farlo. Sui brani più recenti ci ha propinato dei suoni campionati imbarazzanti, ad un certo punto sembrava di essere al Karaoke di Fiorello di qualche anno fa, quando rivedi il passaggio di un allora sconosciuto astro nascente della musica italiana. Non so se è un problema di non aver fatto in tempo a provare, o è che Benevento fosse una piazza da piccolo budget, ma ci è toccato un evento low cost.

Comincia con “Maledetto ciao” e ho già i brividi, graffia con le sue corde vocali sporche e imbriglia con la sua voglia di feromone. Poi arrivano i dischetti con i riff artificiali… NO…!! Gianna questo non me lo dovevi fare, devo assolutamente resettare, prima di scappare, prima che faccia troppo male….

Ad ogni modo, 40 euro inclusa prevendita di biglietto hanno contemplato una generosissima performance vocale (non eccessivamente loquace, ma sufficientemente calda). Tolti i violini, aggiunto qualche anno all’incontenibile “Americana” del 1979, condito con un cambio d’abito che dietro la trasparenza di un led wall ha lasciato intravedere anche un torace coperto solo di un reggiseno nero, rimane più che mai il vigore di un’autrice, una vera cantautrice italiana, capace di dire a parole gli ipertesi turbinii che ogni donna genera dentro.

Non ho altri riferimenti per grandezze analoghe a:

“M’innamoro adesso subito/sul tuo corpo scivolo/suda amore la tua pioggia che accadrà/vieni amore è soltanto libertà…”

“Ma è la tenerezza/Che ci fa paura/Sei nell’anima/E lì ti lascio per sempre/Sospeso/Immobile/Fermo immagine/Un segno che non passa mai…”

“L’amore e’ bello solo se lo fai con me/Allora che ti meravigli…”

“Ci vuole molta fantasia/per sentirsi in due..”

Gianna è una di quelle che ha le parole giuste per dirlo, che centra il punto, che parla d’amore perché lo conosce, una di quelle che ti fa capire che veramente tu di sentimento non ha mai capito una mazza, in quanto donna.

Se avessi saputo esprimere così, quello che provavo nel momento in cui lo provavo, forse non sarei stata più felice, ma almeno avrei avuto più gratificazione.

Questo si che è un concerto, gente, un vero e proprio amplesso in stereofonia.

Grazie della tua voce, Gianna, grazie della tua penna, grazie della tua frenesia.

La prossima volta risparmia sul led wall e portati una violinista vera, però, pleeeease…..

>)) G.S.

Annunci

~ di Gli stregatti di Maria Elena Napodano su novembre 2, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: